Fammi un sorriso e ti dirò chi sei!

Negli articoli scorsi ho più volte parlato di malocclusioni, riferendomi alle conseguenze che vizi orali come l'uso prolungato di biberon, ciuccio, il mordersi le unghie ma anche una respirazione orale abitudinaria, potevano avere sulle strutture dento-scheletriche in fase di sviluppo.


Questo perché c'è una strettissima relazione tra quella che è la struttura ossea, ovvero la forma, e la funzione, cioè tutte quelle spinte muscolari della bocca che ci consentono di deglutire, masticare, respirare, parlare ma anche semplicemente stare a risposo.


Ci siamo mai chiesti da dove arriva il nostro sorriso?

Quando nasciamo portiamo in dote un bagaglio genetico che determina la nostra forma: come sono posizionati i denti, quanto grande è la cavità orale, quale forma e dimensione ha la lingua.

Tutta questa forma è strettamente legata e influenzata dalla spinte muscolari che labbra, guance e lingua esercitano su di essa: quindi se ci riflettiamo, contrariamente a quello che si pensa cioè che i denti e le ossa siano immobili, in verità capiamo che l'azione dei muscoli della bocca e del viso possa causare delle alterazioni alle strutture.


Il nostro sorriso può essere alterato dalla nostra lingua?

Ebbene si! La lingua influenza in modo importante la posizione dei denti o la crescita delle arcate o del palato. quando noi deglutiamo infatti, la lingua scarica sulle strutture dento-scheletriche una forza di 1,5kg...e noi deglutiamo circa 1600 volte al giorno!


Ma quindi cosa si intende per malocclusione dentale?

Per malocclusione dentale si intende un errato posizionamento delle arcate dentali o degli elementi dentari.


Una prima distinzione è possibile farla tra:


  • malocclusioni ossee, in cui vi sono disordini tra le strutture scheletriche;

  • malocclusioni dentarie, in cui le strutture ossee sono bilanciate ma i denti sono disallineati;

  • malocclusioni miste o dento-scheletriche, in cui vi è la combinazione di entrambe.

Infatti, nell'ambito di tipi facciali diversi possono esistere delle malocclusioni dentali anche non coerenti con la morfologia scheletrica.


Le malocclusioni inoltre possono realizzarsi nelle tre direzioni dello spazio (verticale, sagittale o antero-posteriore e trasversale) ed è l'ortodontista che analizza le malocclusioni valutando i rapporti scheletrici (delle strutture ossee della faccia) e dentali in queste tre direzioni.

Da un punto di vista scheletrico, in direzione antero-posteriore ovvero sagittale, distinguiamo:


Per quanto riguarda invece la classificazione delle malocclusioni di tipo dentale in direzione sagittale (antero-posteriore), ci dobbiamo rifare a quanto sostenuto da Angle.


La principale classificazione delle malocclusioni è infatti stata strutturata da Edward Angle: secondo lui l'occlusione normale (fisiologica) della bocca è quella in cui i rapporti tra l'arcata dentale superiore e quella inferiore sono armonici ed equilibrati perché l'arcata superiore sovrasta quella inferiore come se fosse un coperchio.

Questa condizione è denominata occlusione di I Classe ed è considerata quella ideale.


Quando invece le arcate sono malposizionate o gli elementi dentari sono posizionati in modo errato abbiamo diversi tipi di malocclusione.


Dal punto di vista dentale in direzione sagittale (antero-posteriore) quindi distinguiamo:


  • malocclusioni di I Classe: mascella (arcata superiore) e mandibola si relazionano correttamente. Ci possono essere però problemi dentali di affollamento (i denti sono sovrapposti e/o storti) o di protrusione (i denti sono orientati verso l'esterno), o possono essere presenti dei diastemi (creazione di spazi tra i denti, tendenzialmente a causa della spinta linguale);

  • malocclusioni di II Classe: la mascella è troppo avanti rispetto alla mandibola o la mandibola è troppo indietro rispetto alla mascella. Può anche accadere che coesistano le due condizioni (mascella troppo avanti e mandibola troppo indietro). Nella I divisione vi è un aumento della sporgenza degli incisivi superiori mentre nella II divisione l'inclinazione degli incisivi superiori è verso l'interno.

  • malocclusioni di III Classe: la mandibola è posizionata troppo in avanti o il mascellare superiore troppo indietro. E' possibile che queste due condizioni siano anche associate.

Ma ci sono anche anomalie dentali in senso verticale:


  • morso aperto: quando i denti sono chiusi, gli incisivi delle due arcate restano distanziati, formando un vero e proprio buco, mentre entrano in contatto solo i denti posteriori.


Fonte: albertogentile.it

  • morso profondo: i denti incisivi dell'arcata superiore coprono in maniera marcata gli incisivi inferiori.

Fonte: albertogentile.it

E infine assistiamo anche ad anomalie trasversali:

  • morso crociato: uno o più elementi dell'arcata inferiore sporge rispetto all'arcata superiore determinando un'asimmetria, che può essere monolaterale o bilaterale.


  • morso a forbice: più raro. Nel morso a forbice le cuspidi interne dei denti superiori chiudono esternamente rispetto a quelle degli inferiori, all'opposto del morso crociato.



E' quindi importante che impariamo ad osservare, specialmente nei più piccoli, com'è il nostro sorriso, e a chiederci se le anomalie che abbiamo notato siano strutturali oppure funzionali.

Rivolgiti ad un ortodontista o a un pedodonzista per capirne di più sulla struttura che vedi, mentre per la rieducazione delle funzioni orali è bene rivolgersi ad un logopedista, che sappia inquadrare la problematica di squilibrio della muscolatura orofacciale e impostare una corretta rieducazione, la più adatta per le caratteristiche di ciascuno.



Per aiutarti ad osservare, ho preparato una piccola check-list per fare attenzione alle caratteristiche del tuo sorriso e quello del tuo bambino: visita il mio profilo Instagram, seguimi e condividi il post "Che sorriso ha il tuo bambino?" nelle tue storie taggandomi, ti invierò in privato il link a cui scaricare!

Se invece non hai Instagram, iscriviti alla mia Newsletter, receverai innanzitutto l'ebook #Logopills, e successivamente ti invierò via mail anche la check-list per osservare il sorriso tuo, e quello del tuo bambino :)



#logopedia #logopedista #funzioniorali #malocclusioni #prevenzione #salute #benessere #etàevolutiva #sorriso #ortodonzia


0 visualizzazioni
  • Black Icon Instagram
  • Black Icon YouTube
  • Monica Checchin

 Logopedista Checchin Monica ©2019 - All rights reserved

Iscrizione n° 33 all'Albo della Professione Sanitaria di Logopedista presso l'Ordine TSRM-PSTRP  Padova e Venezia

C.F.: CHCMNC91B67H823B P.IVA: 04590070274

Privacy Policy